Close
Guide di Criptovaluta

Che cos’è Ethereum?

Ethereum è una piattaforma che utilizza la tecnologia blockchain per sostituire i venditori internet “terzi” che memorizzano dati o tengono traccia di strumenti finanziari complessi.

Mentre Bitcoin si propone come un nuovo sistema monetario in cui le unità di valuta sono verificate attraverso la crittografia e le transazioni sono distribuite attraverso la tecnologia blockchain, Ethereum – spesso erroneamente definito come il principale concorrente di Bitcoin – è invece un approccio per decentralizzare contenuti e applicazioni.

Nel modo in cui Internet funziona oggi, gli utenti possono richiedere informazioni memorizzate su server in tutto il mondo. Anche se ciò è conveniente, questo principio si fonda su una base di fiducia tra un utente e il fornitore dei server in questione; nel migliore dei casi le informazioni sono memorizzate in modo confidenziale, mentre nel peggiore dei casi gli hacker – o i malviventi – possono utilizzare tali dati per scopi nefasti.

La tecnologia dietro Ethereum

Ethereum è una nuova tecnologia – meglio nota come piattaforma – che utilizza la tecnologia blockchain per sostituire i fornitori internet “terzi” che memorizzano dati o tengono traccia di strumenti finanziari complessi.

Mentre i server e i “cloud” gestiscono le richieste più complesse che gli utenti possono richiedere via internet, Ethereum porta con sé la possibilità di decentralizzare – ed eventualmente democratizzare – tali servizi.

Nella rete di Ethereum, migliaia di server e cloud sono sostituiti da “nodi” – potenza di calcolo offerta da dedicati volontari – che si intrecciano per fungere da “grande computer mondiale” decentralizzato. La visione della piattaforma Ethereum è quella di accogliere gli utenti di tutto il mondo con il controllo dei propri dati attraverso una piattaforma informatica distribuita in cui nuovi progetti potrebbero costruire servizi basati sulla piattaforma stessa.

A cosa serve Ethereum?

In sostanza, Ethereum sostituisce la necessità di un singolo server come punto di riferimento (che un fornitore di server potrebbe far pagare) e fornisce invece una rete di computer decentralizzati in tutto il mondo attraverso cui far passare informazioni e richieste. Se un utente desidera utilizzare questa rete, le richieste computazionali non vengono pagate in valuta tradizionale, ma vengono emesse in Ether.

Come argento per l’oro Bitcoin

L’Ether, quindi, è un asset digitale al portatore simile al Bitcoin – tuttavia, Ether serve invece come token per pagare le risorse computazionali necessarie per elaborare un’applicazione o un programma costruito sulla piattaforma Ethereum. Ether, per una buona ragione, è stato talvolta definito “petrolio digitale”, in contrapposizione a “l’oro digitale” Bitcoin.

Il costo di Ether è determinato da quanta potenza di calcolo richiederà una transazione e per quanto tempo durerà. Le transazioni sulla blockchain di Etereum richiedono “gas”, che viene successivamente pagato in Ether.

Come funziona Ethereum?

Ogni volta che un programma viene utilizzato all’interno della piattaforma Ethereum, migliaia di computer elaborano le istruzioni al posto di un singolo server. Basando il suo design sulla blockchain di Bitcoin, la blockchain di Ethereum fornisce invece agli sviluppatori un mezzo per creare ed eseguire non solo applicazioni, ma anche ulteriori accordi che hanno fasi aggiuntive, regole di proprietà, o specifiche opzioni di trasferimento attraverso quelli che vengono definiti “contratti intelligenti”. I contratti intelligenti, quindi, sono essenzialmente programmi che vengono eseguiti esattamente come vengono impostati dai loro creatori.

Il mining di Ethereum

Analogamente a come funziona il mining dentro Bitcoin – in cui gli utenti di computer di tutto il mondo verificano le transazioni attraverso la crittografia e, come ricompensa per averlo fatto, gli vengono assegnati nuovi Bitcoin – Ethereum fa leva su quella che viene chiamata “proof of work” per determinare che le transazioni siano valide e che nessuna manomissione sia stata tentata da malintenzionati. Così, analogamente a Bitcoin, i miner sono una popolazione essenziale che garantisce l’integrità della blockhain di Ethereum.

I wallet di Etherum

Come per Bitcoin, gli utenti di Ethereum possono conservare gli Ether estratti o acquistati in wallet – indipendentemente dal fatto che si trovi su un computer desktop o su un dispositivo mobile. In seguito, gli utenti possono scambiare Ether con le parti interessate in cambio di valuta fiat o di un’altra criptovaluta oppure possono aderire a (o anche creare) un contratto intelligente o un’applicazione decentralizzata a loro scelta.

Data la ritrovata popolarità della piattaforma Ethereum, gli utenti sono stati rapidi nell’utilizzare l’Ether non solo come meccanismo per alimentare nuovi contratti o applicazioni intelligenti, ma hanno anche continuato a mantenere il prezzo crescente della criptovaluta, che viene spesso utilizzata per nuovi servizi e piattaforme in esecuzione sulla rete Ethereum.